Tragos Concorso Europeo di Drammaturgia

Internet-tragos-old

Il Premio Tragos nasce nel 2000 da un’idea di Maria Gabriella Giovannelli, con il sostegno del Comune di Milano e di un pool di operatori del settore teatro/spettacolo, per rendere omaggio alla memoria di Ernesto Calindri, attore di teatro, cinema e televisione, e contemporaneamente per promuovere la drammaturgia contemporanea tra i giovani e i giovanissimi.

Le opere selezionate

Nelle prime edizioni le opere selezionate erano il risultato della ricerca effettuata trasversalmente sia in ambito scolastico superiore, sia universitario; coprivano una fascia d’età tra i 15 e i 22 anni e vedevano il sostegno anche del Ministero della Pubblica Istruzione – Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.
La partecipazione di numerose scuole, oltre che di giovanissimi autori al Premio Tragos aveva evidenziato il concreto interesse verso tale progetto e la sua valenza educativa, espressa più volte alle manifestazioni di premiazione da responsabili dell’Ufficio Scolastico Regionale Lombardo.

A seguito della nascita del Progetto LAIV realizzato dal Ministero della Pubblica Istruzione – Ufficio Scolastico Regionale in collaborazione con Fondazione Cariplo, il Premio Tragos, pur mantenendo per anni una “Sezione Scuole”, ha elevato il limite di età dei partecipanti, rivolgendosi sempre più a drammaturghi contemporanei a livello nazionale ed internazionale, cercando nuovi testi teatrali in grado di incidere sulla drammaturgia contemporanea.

Sostenitori

Hanno sostenuto le varie edizioni del Premio Enti Pubblici e Privati e con la loro partecipazione in Giuria e/o alle manifestazioni di Premiazione e alle tavole rotonde numerose personalità del mondo della cultura, del teatro e dello spettacolo.

Contributi dati dal Premio Tragos

Altri importanti interventi del Premio sono stati:
1) la messa in scena e la lettura interpretativa di numerose opere inedite di drammaturgia contemporanea;
2) la creazione di momenti d’incontro di giovani talenti provenienti da varie parti del territorio nazionale;
3) la partecipazione alle Giornate della Lingua Italiana nel mondo in rappresentanza di Regione Lombardia nelle Università di Heidelberg, Stoccarda, Mannheim, Tubinga;
4) la realizzazione di tavole rotonde/dibattiti con la partecipazione di eminenti personalità del mondo culturale, del teatro e della drammaturgia;
5) la partecipazione a Festival e alle varie edizioni di Bookcity Milano (2015/2014/2013) realizzate in collaborazione con Pro(getto)scena.

Riconoscimenti

Nell’ambito delle Manifestazione di Premiazione delle varie edizione del Premio Tragos è stato dato un Premio alla Professionalità a eminenti esponenti del mondo del teatro; il riconoscimento negli anni è stato conferito a Giulio Bosetti, Carlo Giuffré, Valeria Valeri, Lella Costa, Franca Nuti, Giulia Lazzarini.

Sviluppi del Premio Tragos

Con la XIII edizione il Premio Tragos ha aperto due nuove sezioni: una dedicata alla regia ed ai settori ad essa collegati, scenografia e costumistica, rivolgendosi quindi anche alle compagnie di teatro ed una riguardante la saggistica e le tesi di laurea.

Premi e Pubblicazioni

I premi inerenti al Premio Tragos consistono
1) nella consegna di un riconoscimento alla Manifestazione di Premiazione che si terrà presso il chiostro del Piccolo Teatro – Teatro Paolo Grassi a Milano.
2) nella pubblicazione, per la sezione drammaturgia, dei nomi dei vincitori, delle relative note biografiche e delle loro opere; per la sezione regia, delle schede inerenti lo spettacolo teatrale e lo studio scenografico; per la sezione saggi/tesi di laurea, del saggio/tesi di laurea oltre alle note biografiche dell’autore. Le pubblicazioni avverranno nella pagina spettacoli Adessoteatro sul sito http://www.tgcom24.mediaset.it/speciale-teatro e sul portale del Premio www.tragos.it
3) nella presentazione dei testi vincitori e nella lettura interpretativa del testo vincitore della sottosezione “Teatro donna” presso l’ Unione Femminile Nazionale di Milano.

E’ allo studio la realizzazione di un volume antologico sul Premio.